ASSISTENZA TECNICA

La richiesta di Assistenza può avvenire gratuitamente compilando il form oppure mandando una mail a assistenza@lvmk.it.
La richiesta di Assistenza con priorità Alta è a pagamento e garantisce di essere ricontattati entro 2 ore dall'invio del form.
Orario servizio assistenza: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18

Ho letto l'informativa privacy.

imm-evid

SEO 2018: short tail o long tail keywords?

Dai volumi agli intenti di ricerca

Il mercato cambia, la domanda è sempre più esigente e l’offerta si reinventa: il passaggio dalle short tail keywords alle parole chiave di coda lunga.

Oggi, le ricerche online degli utenti sono sempre più dettagliate, poiché hanno bisogno di individuare facilmente e velocemente “chi”, tra i tanti siti web esistenti, è in grado di rispondere al meglio alle loro liste di domande, desideri e bisogni. Il posizionamento sul mondo web è, quindi, cambiato: tra le variabili di scelta delle parole chiave bisogna sostituire ai volumi di traffico gli intenti di ricerca del nostro target. Solo attraverso parole chiave dettagliate costruite sulle intenzioni di ricerca possiamo soddisfare con il nostro sito quelle che sono le reali esigenze del nostro utente obiettivo.

In generale, le parole chiave servono per trasmettere ai motori di ricerca un cenno sia sul core business di un sito aziendale, sia sui temi informativi trattati in un blog. Ma per attrarre il nostro utente e creare autorevolezza attorno al nostro sito, occorre, quindi, scegliere keyword specifiche, le cosiddette long tail keywords, rivolte a colpire un pubblico più preciso.

Statistiche: distribuzione Keyword Lenght vs Search Volume

 

grafico-1

Fino a non molto tempo fa la maggior parte delle ricerche eseguite dagli utenti non superavano la lunghezza di 3 parole, ma ecco, invece, come si è ribaltata la classifica della lunghezza delle ricerche.

Al primo posto, circa il 42% degli utenti effettua ricerche con 5 parole, al secondo posto troviamo con quasi il 23% ricerche lunghe per 4 parole e al terzo posto le ricerche con tre parole.

Il crescere delle parole chiave di coda lunga, composte almeno da 4 parole, è dipeso anche dal frequente utilizzo di ricerche vocali, attraverso le quali l’utente si esprime in modo più preciso e non generico.

grafico-2

 

 

In generale, le long tail keywords si contraddistinguono per volumi di ricerca più limitati rispetto alle short tail keywords. Pertanto, un altro dato che dimostra questa tendenza di ricerca, si ottiene rapportando la Keyword lenght con il Search Volume, dal quale emerge che circa il 96% delle parole chiave registra un volume di ricerche mese inferiore a 50.

 

 

 

Svantaggi e Vantaggi Keyword Length

SVANTAGGI SHORT KEYWORD ( da 1 a 3 parole)

  • Restano spesso troppo generiche: il rischio è il posizionamento su ricerche da parte di utenti fuori dal target obiettivo;
  • Sono, nella maggior parte dei casi, soggette ad un’alta competitività, di conseguenza aumenta la difficoltà nel posizionamento su tali parole chiave;
  • In caso di advertising, richiedono un investimento troppo elevato, per effetto dell’alta concorrenza.

VANTAGGI LONG TAIL KEYWORDS (min. 4 parole)

  • Aiutano Google a trovare siti che rispondono esattamente alle ricerche degli utenti;
  • Hanno un focus ben preciso sulle richieste del target, poiché rappresentative delle intenzioni di ricerca, pertanto favoriscono il posizionamento in corrispondenza di ricerche effettuate dall’utente obiettivo;
  • Sono, per la maggioranza, soggette a una bassa competitività, di conseguenza minore difficoltà di posizionamento su queste parole;
  • In caso di advertising, richiedono un budget limitato, per effetto della bassa concorrenza;
  • Forniscono autorevolezza al sito perché danno intuizioni interessanti per la creazione di contenuti utili e attraenti per l’utente.

Per concludere …

Costruire una keyword strategy, basata sull’individuazione delle intenzioni di ricerca è oggi indispensabile per essere scelti da Google e dal nostro target potenziale.

Il punto di riferimento di ogni nostra attività di web marketing devono essere le persone che vogliamo raggiungere, ecco perché, spingersi verso la ricerca dei desideri e bisogni che motivano gli utenti nelle loro ricerche online, è la reale chiave di successo per la visibilità web. Questa metodologia ha come risultato il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  1. posizionamento sui motori di ricerca;
  2. aumento del numero di clic;
  3. aumento dei tassi di conversione, in termini di lead e vendite.

 

Condividi su...

Non ci sono commenti

POSTA UN COMMENTO


Sei curioso di conoscerci? Contattaci subito e vieni a scoprire i nostri servizi!

Si informa che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per maggiori informazioni e negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all’utilizzo dei cookie.